Auto da sogno

Sogni di automobili che non si possono comprare: a porte chiuse, al Centro Ricerca e Sviluppo di Weissach, nascono affascinanti concept di design. Raffinati esercizi creativi nel processo della creazione del futuro

  

«Se col pensiero riesco a rapportarmi al futuro, cambia anche la mia visione del presente» Michael Mauer sull’importanza dei veicoli concept

Gli studi di design di Porsche a Weissach formano il nucleo primordiale per le auto sportive di domani. Ma Michael Mauer e il suo team non sono solo coloro che rifiniscono le linee dei modelli di serie di oggi e di domani. Il direttore della divisione Design guida parallelamente un team sperimentale di sviluppo per concept visionari: si tratta di un progetto di viaggio dinamico nel tempo in assoluta libertà creativa. La missione degli ideatori consiste nel viaggiare col pensiero nel futuro, immaginandoselo come sarà tra dieci, venti o trent’anni e da lì tornare al presente con nuove idee. Così si avviano discussioni, si analizzano modelli di pensiero con spirito critico, si rendono possibili le innovazioni. «In queste visioni il punto non sta nel portare su strada ogni auto, bensì nell’aprire spazi di opportunità e nel recepire un rapporto con il futuro», dichiara Mauer. «Se col pensiero riesco a rapportarmi al futuro, cambia anche la mia visione del presente».

PORSCHE 919 STREET

ANNO: 2017
STATUS: clay model in scala 1:1
IDEA DI BASE: con la Porsche 919 Hybrid, Porsche ha vinto tre volte la 24 Ore di Le Mans. Sulla base dell’auto da corsa LMP1, il responsabile Design Michael Mauer e il suo team hanno sviluppato questa visione di una serie speciale da gara per piloti privati.

Porsche Boxster Bergspyder

ANNO: 2014
STATUS: prototipo su strada
IDEA DI BASE: la Porsche 909 Bergspyder è stata l’auto da corsa più leggera che sia mai stata impiegata da Porsche nel motorsport: pesava solo 384 kg. Con la Porsche Boxster Bergspyder, Michael Mauer e il suo team di design si sono approcciati con deferenza alla leggendaria auto da corsa campionessa delle serpentine tra le curve di montagna. Allo stesso tempo il team ha dimostrato che, come la sua antenata, la serie Boxster 981, col suo peso ridotto e il potente motore centrale, si sa destreggiare alla perfezione tra le curve delle Alpi.

Porsche Vision Turismo

ANNO: 2016
STATUS: modello maquette in scala 1:1 
IDEA DI BASE: inizialmente questo splendente prototipo di colore argento è stato sviluppato come studio sperimentale di una supersportiva a quattro porte e motore posteriore. «Arrivati a quel punto abbiamo però constatato che l’idea era realizzabile ancor meglio in presenza della sola trazione elettrica», ricorda Mauer. Così la Porsche Vision Turismo è servita come progenitrice per lo sviluppo della Porsche Taycan.

«Il punto sta nell’aprire gli spazi di opportunità»

Ora Porsche ha aperto le porte degli archivi segreti degli studi di design. Sono coraggiosi concept di auto affascinanti e piene di sorprese, che sono stati concepiti sotto la regia di Mauer nell’arco di quasi due decenni. L’ampiezza dei progetti di design ai quali si lavora in questa fucina dei sogni è unica. Le idee spaziano nell’arco tensionale che si posiziona tra l’evoluzione e la rivoluzione. Spesso la splendida storia del marchio serve come fonte di ispirazione. Così accade nel progetto di una moderna Porsche 911 Vision Safari o nella reinterpretazione della Porsche 904. Per molte di queste incredibili supercar la tecnologia delle corse si erge praticamente davanti alla porta dei designer: al Centro Motorsport di Porsche. Per ragioni evidenti, esso è parte integrante del Centro Ricerca e Sviluppo di Weissach. Così un’auto da corsa di Le Mans ripensata per la strada diviene immaginabile, tanto quanto un bolide di Formula E per i team clienti delle corse. Nel mezzo vi sono concatenazioni e ispirazioni che portano a risultati sorprendenti. È così che dallo studio di una supersportiva a quattro porte e motore posteriore è nata la progenitrice della prima Porsche a trazione totalmente elettrica, la Taycan.

Porsche Vision E

ANNO: 2019
STATUS: modello maquette in scala 1:1 
IDEA DI BASE: in Formula E la tecnologia del futuro viene testata ad alte prestazioni e portata al limite. Sulla base della Porsche 99X Electric il team di designer ha sviluppato una monoposto da corsa per piloti privati e dal peso ridottissimo. L’esperienza di guida, data dalla sola trazione elettrica, sarebbe mozzafiato.

Porsche Vision Spyder

ANNO: 2019
STATUS: modello maquette in scala 1:1
IDEA DI BASE: purosangue, schiacciata e maledettamente veloce. Come modello per la reinterpretazione della Porsche 550 Spyder sono state utilizzate la «Little Bastard» di James Dean e l’auto da corsa che partecipò alla Carrera Panamericana negli anni Cinquanta. Allo stesso tempo si è lavorato all’evoluzione dell’identità di design.

Porsche Le Mans Living Legend

ANNO: 2016
STATUS: modello maquette in scala 1:1 
IDEA DI BASE: quest’auto stradale estrema, basata sulla Porsche Boxster, ricorda l’antesignana coupé sportiva da corsa Porsche 550, che nel 1953 prese parte alla 24 Ore di Le Mans. I due cofani, anteriore e posteriore, si aprono in senso contrario tra loro, il rifornimento è assicurato tramite un manicotto centrale posto nella parte anteriore. Al posteriore è alloggiato un motore a otto cilindri con uno sviluppo del sound dalla tonalità roboante.

Quando, nel corso del loro viaggio, i designer si lasciano alle spalle tutte le convenzioni tipiche del costruttore di auto sportive, sperimentano forme completamente nuove. Un’auto a sei posti è coniugabile con i valori del marchio? Che look avrebbe uno spazioso transporter firmato Porsche? Lo studio corrispondente, quello del reparto corse di Porsche Vision, è uno dei tanti esempi di spirito libero che vive negli studi di design.

Porsche Vision «renndienst»

ANNO: 2018
STATUS: modello maquette in scala 1:1 
IDEA DI BASE: che aspetto può avere una Porsche a sei posti in cui l’esperienza di percezione dello spazio sia in primo piano? Il team di design ha risposto a questa domanda con un insolito concept di auto, ovvero il Porsche Vision Reparto Corse «Renndienst». Il corpo carrozzeria è formato da un singolo pezzo ed è assolutamente anticonvenzionale. Nell’abitacolo il pilota siede su una poltrona singola, che nella modalità di guida autonoma occupa poco spazio. Sul divano posteriore i passeggeri godono del comfort di ampi spazi adibiti a lounge.

Porsche 911 Vision Safari

ANNO: 2012
STATUS: prototipo su strada 
IDEA DI BASE: «Riteniamo che nessun altro marchio automobilistico, oltre a Porsche, riesca a coniugare in maniera così credibile i temi della sportività e del fuoristrada», dichiara Mauer. La Porsche 911 Vision Safari nasce nel 2012 sulla base della generazione 991 della 911. Dotata di telaio rialzato, passaruota rinforzati, massicci parafanghi e abitacolo spartano, lo studio ricorda la leggendaria 911 Safari. Le vetture da rally furono impiegate negli anni Settanta all’East African Safari Rally.

Porsche Vision 918 RS

ANNO: 2019
STATUS: modello maquette in scala 1:1
IDEA DI BASE: la Porsche 918 Spyder è stata una pietra miliare, in quanto prima supersportiva ibrida proveniente da Weissach. Nel 2019 i designer hanno creato un nuovo affascinante step evolutivo della 918. Sia il propulsore sia la tecnologia del telaio hanno avuto un’evoluzione e con una carrozzeria perfezionata nell’aerodinamica la Porsche Vision 918 RS potrebbe essere ancora oggi un parametro di riferimento, sia su strada sia in pista.

I progetti sono esercizi creativi nel processo della creazione del futuro. Michael Mauer li spiega in questo modo: «La sfida che ci riproponiamo è di dare concretezza passo per passo a una visione, per poi muoverci a ritroso nel tempo e ristabilire la connessione con il presente».

Porsche 904 Living Legend

ANNO: 2013
STATUS: modello maquette in scala 1:1
IDEA DI BASE: questo studio di una sportiva particolarmente compatta, dalle linee schiette e a costruzione leggera ricorda la leggendaria Porsche 904 del 1963. Sotto le linee esteriori è nascosto un telaio monoscocca in carbonio che è già stato impiegato anche nella VW XL. Come propulsore per questa Porsche 904 Living Legend dal peso di meno di 900 kg sarebbe stato preso in considerazione un motore di origine motociclistica ad alto regime di giri.

Porsche Macan Vision Safari

ANNO: 2013
STATUS: modello maquette in scala 1:1
IDEA DI BASE: la Porsche Macan è un vero capolavoro per l’esperienza offroad – predestinata a dimostrare la sua versatilità su strade non asfaltate e piste da rally. Motivo per cui il team di designer di Weissach ha creato la Porsche Macan Vision Safari, fuoristrada a tre porte con ruote dal profilo ruvido.

Porsche Vision 920

ANNO: 2019
STATUS: modello maquette in scala 1:1
IDEA DI BASE: come si può combinare il linguaggio delle forme delle sportive Porsche da strada e il design funzionale di un prototipo da corsa? Con la Porsche Vision 920 il team di designer ha creato una hypercar estrema. La carrozzeria dall’aerodinamica ottimizzata e il cockpit centrale fanno svanire i confini che separano pista e strada.

Alcune visioni restano solo abbozzi su carta o nello spazio virtuale. Altre vengono invece perseguite, dando vita a modelli in scala o a prototipi, in previsione di una produzione di preserie. Come prodotti ancora inesplorati del pensiero, essi rappresentano un’ispirazione e un orientamento che modifica le consuetudini del punto di vista e dà forma al mondo di domani.

Jan Baedeker
Jan Baedeker
Articoli correlati