Editoriale: Cosa ci sprona

Dati di consumo (Italia)

Porsche Taycan Turbo
Consumo elettrico combinato: 26,7–23,0 kWh/100 km
Emissioni CO2 combinato: 0,0 g/km

Porsche Taycan Turbo S
Consumo elettrico combinato: 25,7–24,5 kWh/100 km
Emissioni CO2 combinato: 0,0 g/km

Modelli Porsche 911 Turbo S
Consumo carburante combinato: 12,5–12,0 l/100 km
Emissioni CO2 combinato: 284–271 g/km

(Stato 03/2020)

Perché ci alziamo ogni mattina? Perché andiamo al lavoro? Cosa ci spinge a migliorare le nostre prestazioni? La curiosità di ciò che ci riserva la giornata. Una spinta interiore. Le conoscenze del senso e del valore aggiunto di qualcosa. La gioia di vivere.

Sebastian Rudolph

Sebastian Rudolph

Editore

Questa gioia di vivere stimola le persone. Ci rende creativi, ci spinge a dare il massimo, accende il «turbo» in noi. Il turbo fa parte della storia di successi Porsche, è fortemente ancorato nel DNA del marchio. Turbo significa dinamicità, prestazione, velocità. Veloce come un turbo. Oltre non si può. Il massimo del massimo.

Il termine ha origini latine. Significa «vortice», «movimento circolare» o «turbine». Il turbocompressore prende il suo nome da qui. Di fronte a questa parola penso alla leggendaria auto da corsa 917/30 del 1973 con i suoi 1.100 CV turbo. O alla prima 911 Turbo del 1974, alla prima vittoria di una Turbo a Le Mans nel 1976 e ai motori Porsche in Formula 1 degli anni Ottanta.

Il termine «turbo» equivale all’apice, anche nella nuova generazione di 911. Un’auto che è al limite della nostra immaginazione.

Potente, innovativa, iconica. Di conseguenza, anche i nuovi modelli di punta della Taycan si chiamano Turbo e Turbo S. La nostra prima Porsche a trazione totalmente elettrica unisce tradizione e modernità – anche nel nome aggiuntivo.

Porsche rimane Porsche perché i collaboratori dell’azienda dimostrano da sempre uno spirito pionieristico. E hanno il coraggio di cambiare in continuazione, di svilupparsi ulteriormente. Vale anche per la tecnologia turbo che è ricca di innovazioni significative. Abbiamo domato la forza bruta del turbocompressore rendendolo adatto anche all’uso quotidiano. Da tempo, oramai, la sovralimentazione non è più solo sinonimo di mera potenza, ma offre anche efficienza elevata, consumi ottimizzati e qualità massima.

In questa edizione dedichiamo attenzione particolare al turbo. Ci immergiamo nella tecnologia e, per farlo, viaggiamo in tutto il mondo. Riflettiamo sul passato e voliamo nel futuro. In tal senso: vi auguro buon divertimento durante la lettura e, come sempre, un buon viaggio.

Articoli correlati