Continue

Novità dal mondo Porsche 

  

Dati di consumo (ITALIA)

Porsche 911 Speedster
Consumo carburante urbano: 13,7 l/100 km
Emissioni CO2 combinato: 310 g/km (Stato 03/2020)

DATI DI CONSUMO (ITALIA E SVIZZERA)

Porsche 911 Turbo S Coupé
Consumo carburante combinato: 12,3–12,0 l/100 km
Emissioni CO2 combinato: 278–271 g/km
Categoria d’efficienza energetica: G (Stato 03/2020)

I valori del consumo e delle emissioni di CO2 sono stati misurati secondo il nuovo procedimento di misura WLTP.

Ispirazione per il pensiero laterale

Per Porsche i tirocinanti sono colonne portanti del futuro aziendale. L’ampliamento del loro orizzonte, grazie al cambio della prospettiva, i soggiorni all’estero, le esperienze interdisciplinari e le missioni in esterna giocano un ruolo fondamentale per il responsabile del personale Andreas Haffner e il responsabile della produzione Albrecht Reimold. Una gita in compagnia dei due manager della direzione aziendale con 16 tirocinanti è un esempio di quanto sia tenuto in considerazione il valore delle nuove generazioni. A bordo della Taycan i due top manager hanno portato i giovani tirocinanti di Porsche alla Experimenta di Heilbronn, il più grande parco scientifico in Germania e il più innovativo di tutta Europa. Questa mostra interattiva a percorso guidato è dedicata al mondo scientifico e attraverso 275 stazioni conduce alla scoperta del mondo delle scienze naturali. Che si tratti della ricerca sulle cellule del corpo umano, della produzione di film o della composizione musicale, Experimenta è il luogo ideale per affrontare il tema della sensoristica ambientale. Anche in casa Porsche, l’acquisizione della conoscenza per mezzo dell’esperienza passa attraverso la possibilità di interrogare un top manager sul suo percorso professionale.

Ciao, bestseller!

Nessun’altra generazione 911 è stata mai di maggior successo: sono 233.540 gli esemplari della Porsche 991 prodotti a Zuffenhausen dal 2011. Una Speedster ha messo la parola fine alla produzione. Con quasi il 90% dei propri componenti frutto di una nuova progettazione, la generazione 991 ha rappresentato uno dei più grandi progressi evolutivi della storia di questa icona, iniziata nel 1963 e mai interrotta. Lo spettacolo pirotecnico delle sue innovazioni ha avuto tra i protagonisti la carrozzeria in struttura leggera: per la prima volta una 911 ha migliorato il modello precedente alla prova della bilancia. L’allungamento del passo tra gli assali, la stabilizzazione del rollio e il Porsche Dynamic Chassis Control (PDCC) hanno fissato i nuovi riferimenti nella dinamica di guida. Come per tutte le serie precedenti della 911, anche la generazione 991 avrà una vita lunga nel panorama automobilistico, mentre sarà la nuova Porsche 992 a continuare la storia di questo successo.

Produzione sostenibile

La carta utilizzata per Christophorus è certificata in base agli standard FSC, i colori adottati non contengono componenti derivate da oli minerali dannosi per la salute. La tipografia è autonoma in fatto di produzione di energia elettrica, grazie a un impianto di cogenerazione per la produzione combinata di energia termica ed elettrica. Nel processo di stampa di questa edizione le emissioni di CO2 sono risultate inferiori del 52% rispetto al dispendio energetico di vecchia generazione.

1.000 km nel deserto

Quando Mark Webber percorre la penisola arabica a bordo della Porsche Taycan, non possono mancare gli eventi straordinari. Un momento creato da origini e futuro è l’incontro con Jacky Ickx. Questa leggenda belga delle gare automobilistiche, che a gennaio ha compiuto 75 anni, non è arrivato da solo nel deserto: insieme al vecchio pilota c’è la Porsche 959, con cui nel 1986 arrivò secondo alla Parigi-Dakar. Nella sabbia rossastra si sono ritrovate di fronte la 959 come auto innovatrice del secolo scorso e la prima Porsche a trazione totalmente elettrica. Un momento epocale, anche per la co-pilota di Webber, Aseel Al-Hamad, pilota di grande passione e prima rappresentante femminile del direttivo dell’Associazione Motorsport dell’Arabia Saudita (SAMF). Una compagnia competente per il pilota australiano nel corso del suo Taycan Tour da Dubai a Riad, verso il luogo di partenza della Formula E. Altre tappe intermedie affascinanti per il team di Webber: un incontro con Timo Bernhard sul circuito di Dubai, la visita a uno dei più grandi parchi solari al mondo, nel territorio dell’emirato, e un tour attraverso il progetto di città ecologica di Masdar City ad Abu Dhabi, uno degli insediamenti urbani al mondo più orientati alla sostenibilità. Ma, soprattutto, Webber ha dato modo al deserto di permeare la sua anima: «Immagini mozzafiato nel silenzio infinito, uno spettacolo naturale che ti entra dentro».

Christophorus digitale

Il magazine Christophorus è lieto di tenervi compagnia quando siete in viaggio. Non a caso la rivista porta il nome del santo protettore dei viaggiatori. Scaricate l’app per Apple o per Android dal relativo store per evitare di portarvi dietro la vostra edizione cartacea di Christophorus e per usufruire di contenuti speciali. Scansionando con il vostro smartphone i contenuti segnalati con [+] scoprirete ulteriori contributi stimolanti, video e il format per la web TV 9:11 Magazine.

Articoli correlati