Dinamicamente trasversale

La nuova Porsche Cayenne Turbo S E-Hybrid non solo è la Cayenne più potente e più veloce di sempre, ma offre anche una nuova dimensione della dinamica trasversale. La somma di tutte le innovazioni telaistiche la rendono particolarmente agile e facile da guidare. Prestazioni elettrizzanti

Illustrazioni: design hoch drei

Il primo viaggio a bordo della nuova Cayenne Turbo S E-Hybrid è mozzafiato: con una potenza di sistema pari a 500 kW (680 CV) e una coppia massima di sistema di 900 Nm, accelera da 0 a 100 km/h in 3,8˝ e raggiunge la velocità massima di 295 km/h. Ma non è solo sui rettilinei che il SUV mostra la sua classe. Nelle curve si comporta con estrema stabilità e ha un ingresso in curva agile. Grazie ai numerosi sistemi adattivi, si adatta a ogni situazione di marcia e mantiene senza indugi la direzionalità nei cambi di corsia – la Cayenne Turbo S E-Hybrid è campionessa, non solo nella dinamica longitudinale, ma anche in quella trasversale.

«Nello sviluppo della nuova Cayenne abbiamo unito e perfezionato tutte le nostre conoscenze», dichiara Karl Heeß, responsabile di progetto del telaio per le serie SUV in casa Porsche. L'interazione di tutti i sistemi di assistenza per il telaio aumenta ulteriormente in modo decisivo le prestazioni, la sicurezza e il comfort della nuova Cayenne Turbo S E-Hybrid. Il Porsche Traction Management (PTM) regola in modo adattivo la distribuzione della forza motrice tra assale anteriore e assale posteriore, a seconda delle condizioni di guida. Le sospensioni a tre camere d'aria assicurano diversi gradi di ammortizzazione, a seconda del livello di comfort o di guida sportiva desiderato. Il Porsche Active Suspension Management (PASM) regola costantemente la forza degli ammortizzatori su ciascuna ruota, a seconda delle condizioni del fondo stradale e del tipo di guida. Il Porsche Dynamic Chassis Control (PDCC) garantisce stabilità nelle curve con una accelerazione trasversale fino a 0,8 g. Il Porsche Torque Vectoring Plus (PTV Plus) supporta la sterzata con interventi mirati dei freni e assicura una migliore trazione in fase di accelerazione in uscita di curva grazie al bloccaggio trasversale a variabilità totale. Il Porsche 4D Chassis Control sincronizza infine tutti i sistemi del telaio e calcola costantemente le condizioni di guida ottimali.

Le ruote da 21 pollici, anch'esse di serie, favoriscono una guida dinamica. Il Porsche Ceramic Composite Brake (PCCB), sviluppato da Porsche, assicura un'elevata prestazione di frenata nelle condizioni più estreme. Come optional invece è disponibile l'assale posteriore sterzante, un investimento sensato per ottenere ancor più agilità e stabilità. Grazie al suo effetto autosterzante pari a 3 gradi, esso non solo riduce il raggio di sterzata da 12,1 a 11,5 m, ma fino a 80 km/h le ruote posteriori sterzano in controtendenza a quelle anteriori, migliorando la manovrabilità e la precisione. Nelle traiettorie veloci in rettilineo l’assale posteriore sterzante conferisce stabilità. Fino alla velocità massima, sterza in fase con le ruote anteriori, ad es. in autostrada nei cambi di corsia. Così l’assale anteriore della Cayenne non deve trascinarsi dietro il posteriore che, anzi, determina in maniera attiva il movimento direzionale. È così che la Cayenne riesce a trasferire la sua potenza di sistema, data dal motore a combustione e dal motore elettrico, in modo sicuro e mirato. E il risultato di tutto questo lavoro ingegneristico? Karl Heeß lo riassume in un punto: «Quando si guida la Cayenne Turbo S E-Hybrid si è convinti di sedere a bordo di un’auto sportiva tradizionale».

Il 45,5%
del peso della vettura grava sull’assale posteriore della Cayenne Turbo S E-Hybrid. La distribuzione ancor più equilibrata dei pesi va a vantaggio della dinamica trasversale

Tra 245 e 162 mm
è l’altezza del pianale consentita dalle sospensioni a tre camere d'aria. In combinazione con il Porsche Active Suspension Management (PASM) la rigidità e l’altezza del telaio vengono adattate, in base alle condizioni del fondo stradale e alla situazione

Fino a 0,8 g
di accelerazione trasversale, il Porsche Dynamic Chassis Control (PDCC) elettromeccanico interviene eliminando le oscillazioni della carrozzeria

11,5 metri
è il raggio di sterzata con l’assale posteriore sterzante, anziché 12,1 m senza. In più, soprattutto in combinazione con il Porsche Torque Vectoring Plus (PTV Plus), diviene più agile la sterzata in ingresso di curva e la stabilità di guida a velocità elevata

50%
è il risparmio di peso dei dischi freno grazie al Porsche Ceramic Composite Brakes (PCCB)

4D
Il Porsche 4D Chassis Control sincronizza i sistemi del telaio che intervengono così in modo proattivo in base alle condizioni di guida previste nell'immediato

Porsche Cayenne Turbo S E-Hybrid
Consumo carburante combinato: 3,9–3,7 l/100 km
Consumo elettrico combinato: 19,6–18,7 kWh/100 km
Emissioni CO2 combinato: 90–85 g/km
Classe di efficienza: A+ · Svizzera: D

Thorsten Elbrigmann
Thorsten Elbrigmann

Articoli correlati