L’agricoltore e la Turbo

Un agricoltore colleziona auto sportive e diventa una star di YouTube. Il più grande orgoglio nel suo garage? Una 911 Turbo S color rosso indiano.

   

Per decenni, Harry Metcalfe si affanna tra due attività opposte: quella di agricoltore e quella di giornalista automobilistico. Ora sembra aver raggiunto una certa armonia. Il 63enne è considerato un esperto d’auto e conduce una fattoria di 122 ettari nelle Cotswolds, una popolare area vacanze nel sud dell’Inghilterra. Oltre a ciò, gestisce un canale YouTube, dedicato interamente alla sua vasta collezione di vetture. Da Harry’s Garage, seguito da più di mezzo milione di iscritti, mondi diversi si fondono tra loro: un incantevole paesaggio collinare, rustiche macchine agricole ed esclusive auto sportive. L’ultima arrivata, nonché protagonista indiscussa del suo garage, è una straordinaria 911 Turbo S.

Sebbene l’agricoltura gli scorra nel sangue, ammette Harry Metcalfe, non è mai stata la sua prima scelta. «Quando andavo a scuola, volevo diventare ingegnere automobilistico», spiega, «ma ero una schiappa in matematica e non ho superato gli esami.» Per diversi anni, ha svolto lavori estivi nel settore agricolo. Anche il nonno era un contadino. «Ho quindi scelto un college agrario e sono tornato come esperto di acquisti di cereali.» All’inizio degli anni Novanta, Harry Metcalfe esordisce nell’attività agricola. A metà del decennio, gestisce già più di 800 ettari di terreno. Gli utili che non investe nella sua azienda confluiscono nella sua passione: le macchine. 

Non ci vuole molto prima che l’agricoltore di successo abbia una serie di vetture sportive, alcune talmente rare che persino la stampa del motorsport britannico mostra interesse. Dopo aver trovato tanti amici nel settore, nel 1998 si ritrova improvvisamente a essere cofondatore della rivista Evo, che entusiasma subito gli appassionati di auto sportive ad alte prestazioni di tutto il mondo.

Ai tempi compra la sua prima Porsche, una 911 Turbo nera, tipo 993. La simbiosi tra potenza e compatibilità con la vita quotidiana alimenta il suo costante interesse nei confronti della 911. Un interesse che trova le sue fondamenta già nel 1975, con la prima 911 Turbo in assoluto: la tipo 930. «Avevo 15 anni», ricorda Harry Metcalfe, «i miei genitori avevano un nuovo collaboratore, un appassionato di Porsche. Volevano parlare con lui dell’attività. Ma il suo unico argomento era la nuova Porsche Turbo, che avrebbe rivoluzionato l’intero settore automobilistico. Mi mostrò delle foto e ricordo ancora quanto fosse particolare quella macchina.»

Durante il suo operato per Evo, il britannico colleziona consapevolmente anche modelli di altri brand. Tuttavia, quando lascia la rivista, torna a concentrarsi sulla sua passione, acquistando una 911 Turbo, tipo 930, la vettura dei sogni della sua gioventù, e una Turbo tipo 993, convertita in una versione GT2. In quel periodo lancia Harry’s Garage, parlando di auto, ma anche della sua collezione privata. I modelli 911 sono in compagnia di vetture rare antiche e moderne, di supersportive britanniche e italiane. Eppure, Harry Metcalfe sente che manca ancora qualcosa: una Porsche potente quanto le altre vetture del suo garage.

Contrasti:

Contrasti:

in fattoria Harry Metcalfe lavora con macchine agricole, nella vita privata è al volante della Turbo.

Ed ecco la soluzione: una 911 Turbo S del 1989, individuata nell’ambito del programma «Sonderwunsch» di Porsche. La sportiva color rosso indiano è dotata di uno spoiler anteriore ispirato al gruppo 4, con potente radiatore dell’olio, uno scarico quadruplo, così come sedili e volante di una 959. A ciò si aggiungono cerchi in alluminio da 17” e un motore da 3,4 litri, che, con oltre 400 CV, vanta il 30 percento di potenza in più rispetto alla versione in serie. Da quando ha questo gioiellino, Harry Metcalfe ne studia l’insolito carattere. «Quando hai già guidato tutto, sono le auto più folli a divertirti di più», spiega. «A volte fa più gola una vettura che abbia qualcosa di diverso.»

«Guido. E sono in paradiso.»

Harry Metcalfe

La 911 Turbo S è ora il fiore all’occhiello di Harry’s Garage e ha appena concluso un tour di 2.000 chilometri per l’Europa meridionale. Harry Metcalfe vive per questo genere di pause, durante le quali può scoprire tratte suggestive e vivere le sue vetture. «Le auto bisogna saperle guidare piano», sostiene, proprio perché oggi è con loro che si trascorre buona parte del tempo. Potrebbe passare tutto il giorno anche con la Turbo S. «Che però ha quel lato indomabile, quando vola, con le classiche sospensioni 911 e freni che si spingono fino al limite», racconta entusiasta. «La guido, imparo a conoscerla e sono in paradiso!» 

Harry’s Garage:

più di 500.000 persone seguono Harry Metcalfe sul suo canale YouTube Harry’s Garage. Tra i vari video, anche il roadtrip in Spagna con la 930 Turbo S.

Matt Master
Matt Master
Articoli correlati

Dati sui consumi

911 GT3

WLTP*
  • 13,0 – 12,9 l/100 km
  • 294 – 293 g/km

911 GT3

Dati sui consumi
consumo carburante combinato (WLTP) 13,0 – 12,9 l/100 km
emissioni CO₂ combinato (WLTP) 294 – 293 g/km
Classe di efficienza: G
NEDC*
  • 13,3 – 12,4 l/100 km
  • 304 – 283 g/km

911 GT3

Dati sui consumi
consumo carburante combinato (NEDC) 13,3 – 12,4 l/100 km
emissioni CO₂ combinato (NEDC) 304 – 283 g/km
Classe di efficienza: G