@Lara’s World

Professione: pilota di precisione per Hollywood
Auto: modello T del 1969
Tratta: Pacific Coast Highway
Personaggio: star di Instagram @thatporschegirl.

   

Porsche Macan S
Consumo carburante combinato: 11,8–11,0 l/100 km
Emissioni CO2 combinato: 269–251 g/km (Stato 10/2020)

Tutti i dati tecnici riportati negli articoli possono variare a seconda dei Paesi. I valori del consumo e delle emissioni di CO2 sono stati misurati secondo il nuovo procedimento di misura WLTP.

Una volta attraversata Los Angeles e essersi lasciati alle spalle gli ingorghi, ritorna la voglia di guidare. A sud la strada costeggia nuovamente l’oceano scintillante guadagnandosi il suo famoso nome: Pacific Coast Highway. Sulla destra le spiagge bianche si susseguono lungo la costa come un filo di perle, il loro contorno sostituisce il sistema di navigazione. Alcune balene lanciano spruzzi nel cielo blu. Dopo 80 chilometri: Newport Beach. Due moli si protendono sul mare affiancati da uno dei più grandi porti turistici della costa occidentale americana. Ad un semaforo rosso una surfista a piedi nudi attraversa l’autostrada con la tavola sotto il braccio e si dirige verso l’oceano. Benvenuto @Lara’s World.

Missione virtuale

«Ciao! Arrivo subito». Felpa leggera, crema solare, lucidalabbra discreto, un colpo di spazzola ai lunghi capelli, cellulare, occhiali da sole, chiavi dell’auto e via. La casa in cui vive con il figlio e il fidanzato è sobria, come la Porsche girl. «Siamo sempre fuori», dice Lara, «per me le auto e i viaggi sono più importanti degli accessori per la casa». La storia della Porsche girl ha bisogno di una breve spiegazione. Si tratta del suo nome virtuale. Da un anno e mezzo, infatti, trascorre molto tempo online. @thatporschegirl è il modo digitale con cui Lara condivide la sua passione per Porsche. E il messaggio trasmesso vuole anche attualizzare l’immagine delle donne nel mondo delle auto sportive. Se trova foto di modelle seminude appoggiate sul cofano di un’auto, il suo commento è: «Vorrei vedere le donne al volante e nel libretto di circolazione». Dal canto suo, posta bellissime foto Porsche, risponde a domande tecniche, si tiene in contatto con la comunità. Ha circa 20.000 follower.

Pacific Coast Highway:

Pacific Coast Highway:

Lara ne conosce ogni metro. La «precision driver» scivola sull’asfalto fino a Hollywood
«Potrei cambiare pannolini mentre guido» Lara, @thatporschegirl

La Porsche Macan S parcheggiata in garage è la vettura per le gite in famiglia. Accanto si trova l’auto di Lara, una Porsche 911 Turbo 3.3 della generazione 930 del 1982. L’oggetto da collezione sprizza energia. Ma noi vogliamo fare un giretto tranquillo. Lara sceglie quindi la Porsche 911 T del 1969 di un luccicante Lee Green. «Il colore l’ho creato io». Il suo ragazzo Lee ha investito molto tempo nel restauro. L’auto, scovata nella costa orientale, è in pessime condizioni quando arriva sotto il cocente sole californiano. E quindi bisogna lavorarci più del previsto. Ma non la spaventa: «Ho sempre dovuto farlo perché non potevo permettermi di comprare le auto dei miei desideri in perfette condizioni».

«La maggior parte degli uomini pensa che io abbia preso in prestito l’auto di papà»

Lara mette in moto il boxer raffreddato ad aria, abbassa il finestrino, accelera e si immette nel traffico della strada costiera. La vettura balza subito all’occhio, sebbene a Newport Beach auto di lusso e vetture di marchi europei facciano parte del paesaggio quotidiano. Gli sguardi sono attirati anche dalla donna al volante. «La maggior parte degli uomini pensa che io abbia preso in prestito l’auto di papà», racconta mentre preme l’acceleratore e si sposta sulla corsia di sorpasso. «Rimango gentile e tengo per me i commenti, ma è incredibile come ancora oggi una donna al volante di una Porsche d’epoca venga vista come qualcosa di esotico».

Newport Beach:

luogo dei desideri per i surfisti di tutto il mondo

Fare surf sull’asfalto

Pilota di precisione

A dodici anni decide di voler guidare una Porsche. Esattamente il giorno in cui un’amica di sua madre – una manager single – arriva al volante di una Porsche. Le donne adulte che Lara conosce fino ad allora guidano station wagon, sono sposate e di professione fanno le casalinghe. Lara inizia a risparmiare, a studiare gli annunci automobilistici. Di notte guida l’auto della madre attraverso quartieri deserti. Fa pratica! Tenacia e determinazione sono i punti forti di Lara. Quando, a 16 anni, prende la patente, acquista un Maggiolino. «Carinissimo, ma con un motore patetico». Al Maggiolino manca qualcosa, ma rappresenta la libertà. Con la musica a tutto volume e i finestrini abbassati Lara gira la California. Dopo il diploma, ha solo 17 anni, si trasferisce a New York.

Laguna Beach:

Laguna Beach:

@thatporschegirl toglie un attimo il piede dall’acceleratore. Non lo fa spesso

Alta quasi un metro e ottanta, lunghi capelli biondi, corpo slanciato: lavora due anni e mezzo come modella. Ritorna in California sperando di trovare lavoro a Hollywood. Ma i ruoli da comparsa la annoiano. Diventa precision driver, pilota di precisione, la versione elegante del pilota acrobatico. «Nessun ribaltamento con auto in fiamme», chiarisce, «si tratta di avere una guida dinamica e precisa e di evitare di abbattere le telecamere sul set o di mettere in pericolo gli altri». Lara prende il volante per quelle star di Hollywood che non sanno parcheggiare, hanno paura di guidare o non possiedono la patente. Quando ha più o meno venticinque anni doppia Julia Roberts, Jennifer Connelly e Mary Louise Parker e sul set ha sempre più spesso una roulotte tutta per sé. «Potrei cambiare pannolini mentre guido», dice ridendo, «ovviamente non lo faccio. I miei figli non ne hanno più bisogno». Madre di un figlio e di una figlia, lavora anche nel mondo della moda. Essendo una modella fitting il suo corpo è il punto di riferimento per il taglio e la vestibilità di costumi da bagno, maglioni, pantaloni e abiti da sera.

Preme l’acceleratore, scivoliamo sull’autostrada. «Vedrai quando arriveremo alla prossima curva, rimarrai senza fiato», dice a voce alta rivolta al passeggero per sovrastare l’insieme dei rumori causati dal motore e dal vento. E in effetti: gli scogli color ocra riflettono la luce del sole. Sulle rocce si arrampicano cespugli di salvia verde argenteo e buganvillee color rosa. Formazioni di pellicani sorvolano i surfisti in attesa dell’onda perfetta. Anche Lara è in trepidante attesa. In attesa della prossima curva, in questa strada di cui conosce ogni metro. «Cogli l’attimo e goditelo, sfrutta al massimo la tua vita!»

Lido Marina Village:

Lido Marina Village:

l’elegante via dello shopping di Newport Beach fa da cornice al modello T del 1969

La prima 911 per consolarsi

Non rivela mai informazioni sulla sua vita privata, nemmeno il suo cognome. Dopo il lancio su Instagram di @thatporschegirl ha fatto brutte esperienze con fan troppo invadenti e ha cancellato tutti i suoi dati personali dalla rete. Ma vuole raccontare un aneddoto, risale a dieci anni fa. Dopo che il ragazzo di allora l’aveva lasciata, decide di curare il mal d’amore con una compagna più affidabile, una 911 Cabriolet color argento. Il venditore di auto usate la saluta chiedendole: «Hey, sei una per la mia collezione?» Lara guarda l’uomo con sguardo irritato. «No, sono una di quelle che guardano ma non comprano niente». Siamo fuori di testa? Nel prossimo concessionario la sua consolatrice è nera e ha solo tre anni. «Ma devo ancora lavarla», dice il venditore, anche questo ben poco interessato. Lara perde la pazienza: «Se non mi mostra subito l’auto, giro i tacchi e me ne vado!» Dopo il giro di prova riesce a contrattare un buon prezzo e si porta a casa la sua prima Porsche, rimangono insieme per sette anni. Oggi riesce a ridere di quegli episodi, ma continua ad irritarla quando gli uomini dubitano delle sue competenze in fatto di auto.

La si potrebbe definire una lobbista per le pilote di auto sportive. Con le sue compagne va agli incontri di Cars and Coffee – un’istituzione per gli appassionati di auto d’epoca, un luogo per scambiare informazioni su pezzi di ricambio rari.

Nel frattempo la Porsche girl ha attirato l’attenzione di autori, moderatori di podcast e organizzatori di eventi. Lara vorrebbe avere un suo talk show dedicato agli appassionati d’auto sportive. All’ultima edizione del California Festival of Speed, trasmessa in digitale, era davanti alle telecamere come presentatrice.

Vedremo cosa porterà il futuro. «Incrocio le braccia e lascio che il fluire della vita porti la prossima sorpresa». Ma forse è meglio non farlo ora. Una secca curva a sinistra e verso l’interno richiede mani salde al volante. Lara affronta la curva con passione. Terza, seconda, linea ideale, gas. Precisione assoluta.